Terminato il supporto di Windows 7. Cosa fare?

Dopo oltre 10 anni dal suo lancio, il 14 luglio 2020 è purtroppo terminato ufficialmente il supporto di Windows 7. Forse, il miglior sistema operativo di sempre realizzato da Microsoft; tanto che, secondo venturebeat.com, il più recente Windows 10 lo ha superato nella diffusione solo nel dicembre del 2018, ovvero, dopo oltre tre anni dalla pubblicazione. (I dati statistici spesso differiscono anche di diversi punti percentuali tra una società di ricerca ed un’altra).

NetMarketShare mostra come, a dicembre 2019, Windows 7 sia ancora un’O.S. installato su oltre il 29% dei computer di tutto il mondo.

Terminato il supporto di Windows 7 Cosa fare?
Clicca sull'immagine per lo zoom

Windows 7, che tra gli utenti viene anche denominato “seven“, è un O.S. che fa parte della famiglia di Windows NT, progettato per essere un aggiornamento incrementale dello sfortunato Windows Vista.

Come a suo tempo promesso da Microsoft, il supporto di Windows 7 sarebbe durato 10 anni, a partire dalla data della sua pubblicazione (22 luglio 2009). Già nel corso del 2019 i suoi utenti venivano avvertiti con un pop-up circa la fine del supporto ed invitati ad effettuare l’upgrade a Windows 10.

Ma ora cosa succede? Se sei tra coloro che ancora usufruiscono di tale sistema operativo sul proprio computer, nell’articolo troverai le risposte alle più comuni domande e le info utili per passare a Windows 10.

Indice

E' sicuro continuare ad utilizzare Windows 7?

Forse, la prima domanda che si pongono coloro che non vogliono rinunciare a Seven è: ci saranno ora maggiori rischi per la sicurezza?
Purtroppo, la risposta è sì. La stessa Microsoft, nel popup di notifica avverte gli utenti che, continuando ad utilizzare Win7, i loro PC saranno più vulnerabili a virus e malware a causa della mancanza di  aggiornamenti di sicurezza e software, nonchè, dell’assenza di supporto tecnico.

Sarà ancora garantito l’aggiornamento delle firme di virus e malware attraverso Microsoft Security Essentials (da scaricare ed installare se non lo hai già fatto); tuttavia, non ci sarà più un team di sviluppo e supporto per correggere falle nell’architettura del sistema che, possono essere sfruttate da hacker e cracker, per attaccarlo.

Terminato il supporto di Windows 7 Cosa fare?
Clicca sull'immagine per lo zoom

C'è un modo per estendere il supporto?

Windows 7, come tutti gli o.s. Microsoft ha dei “cicli di vita“, cioè i periodi nei quali viene erogato un certo tipo di supporto: la prima fase riguarda il supporto “Mainstream“, che per i primi cinque anni dall’uscita di Windows include sia gli aggiornamenti della sicurezza che quelli relativi alle modifiche del sistema stesso (migliorie in generale), supporto a pagamento e gratuito ed in più, la possibilità di richiedere modifiche alla progettazione ed alle funzionalità del prodotto.

La seconda fase del ciclo , riguarda il supporto “Esteso” che include le precedenti caratteristiche tranne la richiesta di modifiche a progettazione e funzionalità e gli aggiornamenti non relativi alla sicurezza (disponibile solo per clienti che fanno parte dell’Unified Support).

Terminato il supporto di Windows 7 Cosa fare?
Clicca sull'immagine per lo zoom

Alla domanda: esiste una possibile estensione del supporto oltre il 14 gennaio 2020? La risposta è si ma, tale possibilità, è limitata soltanto alle versioni Pro ed Enterprise di Windows 7.
Si chiamano ESU (Extended Security Updates), hanno un costo (piuttosto salato) ed includono gli aggiornamenti critici ed importanti definiti da Microsoft Security Response Center (MSRC) per un massimo di tre anni dopo, appunto, il 14 gennaio 2020.

Per quanto riguarda i prezzi, per Windows 7 Pro si va da 50 dollari a dispositivo per il primo anno, 100 dollari a dispositivo per il secondo e 200 dollari a dispositivo per il terzo.
Invece, per la versione Enterprise, il costo è di 25$ per dispositivo il primo anno; 50$ per il secondo; e 100$ per il terzo.

L’ovvia conclusione è che sia più conveniente acquistare una licenza per Windows 10 ma, occhio, perchè non su tutti i pc, specie se datati, è possibile utilizzare l’ultimo nato di casa Microsoft come vedremo più avanti.

Esiste un metodo alternativo per aggiornare Windows 7 anche dopo la fine del supporto?

Una società di sicurezza, non legata a Microsoft, ha annunciato di voler “adottare” Windows 7 e creare delle micropatch (patch di ridotte dimensioni) per mettere una toppa alle future vulnerabilità del sistema. Si chiama 0patch, e, dopo aver fatto esperienza rilasciando delle micropatch di supporto per Equation Editor, ha deciso di fare qualcosa di molto più grande, promettendo di farsi carico del supporto alla sicurezza di Windows 7. Come spiegato nell’articolo sul blog di 0patch.

E' ancora possibile attivare una copia di Windows 7?

Le attivazioni di Windows 7 rimarranno tali e quali a prima, quindi lo si può continuare ad installare ed attivare.

I programmi continueranno a funzionare?

I programmi di aziende terze continueranno a funzionare su Windows 7, almeno nelle versioni rilasciate prima della data di fine supporto. Per le versioni che verranno rilasciate successivamente, dipenderà da ciò che decideranno le rispettive software house. Google, ad esempio, ha dichiarato che continuerà il supporto di Chrome su Windows 7 per altri 18 mesi.

E gli antivirus?

Per ciò che riguarda gli antivirus, gli aggiornamenti dovrebbero essere garantiti per le definizioni di virus e malware. Invece, per le nuove edizioni dei vari software di sicurezza, ogni casa produttrice potrebbe decidere se continuare o meno a svilupparli su Seven.
Il mio consiglio è di utilizzare un’antivirus, tenendo però presente che, mentre esso potrà garantirti protezione da virus e malware, non potrà nulla contro gli attacchi che sfruttano i punti deboli del sistema non più protetti dagli update di Microsoft.

Come influirà la fine del supporto di Windows 7 sui programmi di Office?

Office continuerà a ricevere gli aggiornamenti su Windows 7. Vediamo le date relative alle varie versioni:

  • Office 2019 riceverà supporto Mainstream fino al 10/10/2023 e il supporto relativo alla sicurezza fino al 14/10/2025.
  • Office 365 riceverà il supporto relativo alla sicurezza fino a gennaio 2023.
  • Office 2016 riceverà il supporto relativo alla sicurezza fino al 14/10/2025.
  • Office 2013 riceverà il supporto relativo alla sicurezza fino al 11/04/2023.
  • Office 2010 riceverà aggiornamenti relativi alla sicurezza fino al 13/10/2020.

Posso installare Windows 10 sul mio PC?

Come accennato in precedenza, non tutti i computer sono in grado di supportare Windows 10. Che siano portatili o fissi, purtroppo alcuni PC non sono in grado di supportare tale sistema o, comunque, di garantirne il corretto funzionamento dopo l’installazione. I casi sono due:

Cosa devo fare per passare a Windows 10?

Per sapere come verificare se il tuo dispositivo è compatibile con Windows 10 ed, eventualmente, effettuare l’upgrade, ti rimando all’articolo: COME EFFETTUARE L’AGGIORNAMENTO A WINDOWS 10 (ARTICOLO PRESTO DISPONIBILE)

Omegadvisor.com

Se l’articolo ti è stato utile,
condividilo!
Mi saresti di grande aiuto.
Grazie! Al prossimo articolo…

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: