Ripristinare Windows 7 con il punto di ripristino

Quando può tornare utile?

Il punto di ripristino può tornare utile quando: dopo aver installato un’app o aggiornato/installato un driver, noti improvvisi rallentamenti del pc e ti appaiono errori. Quando il computer ha dei problemi, che non riesci a risolvere. In alcuni casi, se sei fortunato, può venirti in aiuto anche quando Windows è stato infettato da un virus oppure non si avvia, restituendoti una schermata blù o nera con un messaggio di errore.

Il computer è improvvisamente lento? Compaiono strani messaggi di errore? Non funziona più come prima o, peggio ancora, non vuole saperne di avviarsi?

Se la risposta ad una o più domande precedenti è sì, non farti prendere dallo sconforto. Forse, con un pò di fortuna, potresti rimettere tutto a posto. Se segui alla lettera la procedura descritta in questo articolo, vedrai che non è poi così difficile!

Per eseguire questa procedura bisogna avere precedentemente attivato la protezione di sistema o aver creato un punto di ripristino manuale, come spiegato in questo articolo: Creare punto di ripristino di Windows.
Se così non fosse allora questa procedura non ti può aiutare, dovrai tentare in un altro modo, come vedremo in futuri articoli.

Utilizza il ripristino solo nel caso di effettiva necessità. Ti ricordo che il processo non è reversibile e, quindi, una volta eseguita tale procedura non sarà più possibile annullarla.

Iniziamo

Questa guida sarà suddivisa in 2 parti: la prima, ti mostrerà come utilizzare il punto di ripristino se l’avvio di Windows avviene senza problemi. Se invece il tuo Windows non vuole avviarsi, salta direttamente alla seconda parte.

Indice

Prima parte

Questo è sicuramente il modo più semplice per poter ripristinare il pc ad uno stato precedente. Utile se hai malfunzionamenti, il sistema è lento o compaiono messaggi di errore. In poche parole se WIndows non va più come prima, procedi così:

1. Recati nel Menù Start e digita, nel campo di ricerca: ‘ripristino‘, poi clicca suRipristino configurazione di sistema“. In alternativa puoi recarti nel Pannello di controllo e, sempre nel box ricerca in alto a destra, digitareripristino e cliccare, sotto Sistema, suRipristina le impostazioni e i file di sistema da un punto di ripristino” come puoi vedere nelle immagini.

Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom

2. Dopo pochi istanti, nella prima finestra che comparirà, clicca direttamente su Avanti.

Clicca sull'immagine per lo zoom

3. Avrai una finestra con l’elenco dei punti di ripristino presenti, nella quale vedrai la data e l’ora in cui sono stati creati, il nome del punto e il tipo: Manaule o automatico (Sistema). Seleziona il punto di ripristino che vuoi utilizzare (sarà quello precedente all’operazione che ha causato il problema ma, se non dovesse funzionare, potrai ritentare con un altro punto più vecchio). Successivamente clicca su Avanti.

Clicca sull'immagine per lo zoom

4. Nella finestra successiva, clicca su Fine. Comparirà un messaggio che ti avverte che l’operazione non è reversibile, clicca‘. Partirà l’operazione di ripristino che durerà qualche minuto. Dopodichè si riavvierà il sistema. Ora puoi controllare se il problema è risolto.

Se invece il problema persiste, prova a ripetere l’operazione con un altro punto di ripristino (se presente).

Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom

Seconda parte

Qui puoi vedere come procedere se il problema è più serio e Windows non vuole più saperne di avviarsi. Hai a disposizione due possibilità, vediamo quali…

Primo tentativo: "Modalita provvisoria"

Questo è il meno complicato dei due. Se sei fortunato, Windows si avvierà in modalità provvisoria e potrai procedere come descritto nella Prima parte al Punto 1.

1. Dopo uno o più avvii non andati a buon fine, dovrebbe comparirti il menùRipristino da errori di Windows‘ come nell’immagine in basso, dal quale seleziona “Modalità provvisoria” e premi ‘Invio‘.

Clicca sull'immagine per lo zoom

2. Se non dovesse avviarsi in automatico il menù ‘ripristino da errori di Windows’, riavvia il pc con CTRL+ALT+CANC. Alla schermata del BIOS (quella con il logo del produttore o il modello del pc), premi ripetutamente il tasto F8 finchè non compare il menùOpzioni di avvio avanzate‘ come nell’immagine sotto (Se non appare il menù, riavvia nuovamente e ritenta). Seleziona ‘Modalità provvisoria‘ e premi Invio‘.

Clicca sull'immagine per lo zoom

3. Dopo qualche istante, con un pò di fortuna,  si avvierà Windows in modalità provvisoria. Da quì puoi partire con la procedura descritta nella Prima parte dal Punto 1.

Clicca sull'immagine per lo zoom

Se, invece, Windows non si avvia neppure in Modalità provvisoria, non ti resta che prendere un ultima strada. Vediamo come:

4. Per i Notebook, i netbook ed alcuni PC Desktop, è già presente all’interno una recovery, richiamabile da un tasto o una combinazione di tasti. Solitamente, nella schermata d’avvio del pc, in basso si possono trovare le info sui tasti da premere per le varie opzioni tra cui Recovery“,se non le vedi, cerca nel manuale del tuo computer oppure affidati a Google.

Se nel pc non è presente una recovery, avrai bisogno del supporto di installazione di Windows su DVD o pennetta USB (oppure del supporto di ripristino, se ne hai precedentemente creato uno, con l’utility del produttore).

Come effettuare il boot da CD-DVD o USB

Per sapere tutto su come effettuare il boot da supporto CD\DVD-ROM o chiavetta USB, ti rimando a questo articolo:

AVVIO DA SUPPORTO CD\DVD-ROM O CHIAVETTA USB

5. Una volta che sarai riuscito ad avviare il supporto di installazione di Windows, comparirà la schermata nera con la scritta “Premere un tasto per avviare da CD-ROM o DVD-ROM“, o qualcosa del genere (anche in inglese). Premi un tasto qualsiasi sulla tastiera e, dopo qualche istante, ti ritroverai una situazione come quella nell’immagine sotto. Quì lascia impostato Italiano nei tre campi (se di default dovesse essere impostato Inglese allora metti Italiano). CliccaAvanti“.

Clicca sull'immagine per lo zoom

6. Nella finestra successiva, in basso a sinistra, clicca suRipristina il computer

Clicca sull'immagine per lo zoom

7. Ora, premi ‘Avanti‘ (assicurati che il check sia su “Utilizzare strumenti di ripristino per tentare di risolvere i problemi di avvio di Windows…“).

Clicca sull'immagine per lo zoom

8. A questo punto, clicca su “Ripristino configurazione di sistema” e, nella finestra successiva, clicca ‘Avanti‘.

Clicca sull'immagine per lo zoom
Clicca sull'immagine per lo zoom

9. Ora, se è presente un solo punto di ripristino, clicca direttamente su Avanti‘. Se c’è più di un punto, seleziona prima quello da utilizzare (è consigliabile iniziare dal più recente). Nella successiva finestra, clicca su ‘Fine

10. Attendi che l’operazione si completi con il riavvio del sistema.

Se il problema è risolto, Windows si dovrebbe riavviare correttamente. Se così non fosse, prova a ripetere l’operazione utilizzando un altro punto di ripristino (se ne sono presenti altri) oppure, dovrai tentare in un altro modo (come vedremo in articoli futuri).

Grazie per la lettura! 
Al prossimo articolo…

Se l’articolo ti è stato utile, condividilo!
Mi saresti di grande aiuto. Grazie!

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: